Non sai chi contattare per la pulizia appartamenti Seregno ? Adesso sì! Se sei un tipo previdente, hai precise richieste e sei riluttante a chiamare il primo che capita, allora hai fatto bingo! È proprio a clienti come te che ci rivolgiamo, su cui cerchiamo di fare leva. Perché un servizio a prezzi stracciati di infima qualità lo sanno garantire tutti. Ma in quanti raggiungono invece elevati standard? Ecco: come per magia, il cerchio si stringe, bello. 

 

Scadere in prestazioni, a costo di deludere la domanda, ci provoca una certa forma di allergia. Qualora tu finisca per rispecchiarti nell’identikit sopra fornito ci capirai immediatamente. Si dice che la casa sia lo specchio dell’anima, e se la vogliamo far splendere serve il personale apposta. Formato, con anni di esperienza alle spalle e gli strumenti adatti. Altrimenti avrai ben poco di cui lamentarti per un lavoro carente. A questo punto non ti resta che chiamare Aiuto per la pulizia appartamenti Seregno!

 

Info e preventivi banner

 

Pulizia appartamenti Seregno

 

La casa è lo spazio dove trascorriamo la maggior parte del tempo. Lasciarla in balia a sé stessa, colpevolmente trascurata, avrà effetti sull’umore, sull’autostima e soprattutto sulla salute. Un ambiente sporco è il covo ideale per gli agenti patogeni, causa di infezioni e malattie. Lo dicono gli scienziati ei medici.

 

Una ditta specializzata nella pulizia appartamenti Seregno conferirà una nuova luce, un nuovo tocco all’immobile. E saprà prendersi carico degli oneri correlati, compreso lo smaltimento dei materiali di scarto, successivi a un acquisto o ristrutturazione. Buttarli nell’immondizia è un comportamento incivile nonché proibito, giustamente aggiungeremo, dati le implicazioni sull’ambiente, già in affanno. Esistono appositi centri di raccolta per lo smaltimento, dove sarà nostra premura recarci, una volta completate le operazioni. Quello dei materiali di scarto rappresenta comunque una sola delle disposizioni legislative emanate. Qui sotto cercheremo di riassumere l’intera materia, citando le norme fondamentali. 

 

Imprese di pulizia appartamenti Seregno: distinzione per tipologia (DM Industria n. 274/1997)

Le imprese, in forma societaria o individuale, che svolgono attività di pulizia devono ottenere l’abitazione. A tal proposito il Decreto Ministeriale Industria n. 274 del 1997, art. 1, comma 1, effettua la seguente distinzione: 

  • “Pulizia – complesso di procedimenti e operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza
  • disinfezione – complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere sani gli ambienti confinati e aree di pertinenza mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni
  • disinfestazione – complesso di procedimenti e operazioni atti distruggere piccoli animali, in particolare artropodi, sia perché parassiti, vettori o riserve di agenti infettivi sia perché molesti e specie vegetali non desiderati
  • derattizzazione – complessi di procedimenti e operazioni di disinfestazione atti a determinare o la distruzione completa oppure la riduzione del numero della popolazione di ratti o dei topi al di sotto di una certa soglia
  • sanificazione – complesso di procedure e operazioni atti a rendere sani gli ambienti mediante la pulizia e / o la disinfezione e / o la disinfestazione ovvero mediante il controllo e il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l’umidità e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l’illuminazione e il rumore “

Ogni impresa può ricevere il permesso per una o più tipologie sopra enunciate, in base all’attività esercitata. 

Iscrizione nel registro delle ditte

La norma va a implementare quanto indicato dalla legge n. 82/1994, art. 1, comma 1, che recita così: 

“Le imprese che svolgono attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione o di sanificazione, di seguito denominate” imprese di pulizia “, sono iscritte nel registro delle ditte di cui al testo unico approvato con regio decreto 20 settembre 1934, n . 2011, e successive modificazioni, o nell’albo provinciale delle imprese artigiane di cui all’articolo 5 della legge 8 agosto 1985, n. 443, qualora presenti i requisiti previsti dalla presente legge ”.

Sanzioni e la pena di nullità

L’art. 6 della legge 82/1994 sancisce delle sanzioni per chi sottoscrivi contratti con imprese di pulizia non in regola: 

A chiunque stipuli contratti per lo svolgimento di attività di cui alla presente legge, o comunque si avvalga di tali attività a titolo oneroso, con imprese di pulizia non iscritte o cancellate dal registro delle ditte o dall’albo provinciale imprese artigiane, o la cui iscrizione è stata sospesa, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da lire 1.000.000 a lire 2.000.000 (da € 516,45 a € 1.032,91, ndr) ”. 

Qualsiasi documento siglato, indipendentemente dalla forma, non ha valore, ma deve ritenersi nullo: ” I contratti stipulati con imprese di pulizia non iscritte o cancellate dal registro delle ditte o dall’albo provinciale delle imprese artigiane, o la cui iscrizione sia stata sospesa, sono nulli ”.