Se il discorso cade sulla pulizia condomini Cinisello Balsamo , è lecito stare tranquilli. Magari lo ignori, ma anche nella tua zona ci sono eccellenti professionisti da chiamare per assolvere al compito. Un luogo comune è quello di credere che le migliori realtà siano appannaggio dei grandi centri abitati, come Milano per l’appunto. 

In realtà, le cose stanno diversamente e se saprai chi chiamare allora sarai già a cavallo. Come in qualsiasi ambito, troverai personale abile e non abile, che ti ricompenserà per la fiducia corrisposta o ti deluderà. È così che funzionano le regole del gioco, anche se ti sveliamo un “segreto”: chi offre una qualità scadente durerà poco. Si innescherà un passaparola, un insieme di pubblicità negativa, che farà terra bruciata intorno ai ciarlatani. 

Info e preventivi banner

 

Pulizia condomini Cinisello Balsamo

In ogni caso, affidare la pulizia condomini Cinisello Balsamo a compagnie qualificate resta la scelta migliore. Questo per mantenere il clima tra condòmini il più sereno possibile. Certo, ricorrervi comporterà una spesa, un dispendio di risorse economiche. Ma limitare il discorso alla voce spesa, senza fare il minimo sforzo di avere un quadro d’insieme generale sarebbe ingannevole.  

In un complesso abitativo ci sarà sempre qualcuno disposto a aiutato e qualcun altro meno. Magari non è nemmeno colpa sua, magari tra carriera e vita privata non ha proprio il tempo di rendersi utile. Anziché intraprendere una causa già persa in partenza, è più opportuno affrontare direttamente il problema. Contatta un’azienda di pulizia condomini Cinisello Balsamo e alla fine ti contento. Del resto, la stessa resa finale sarà migliore. Chi è del mestiere dispone di un kit professionale per la pulizia e il lavaggio. Tra committente e prestatore d’opera è, inoltre, possibile elaborare un programma dedicato, in modo da soddisfare le esigenze più specifiche. 

L’attività, oltre a scale e pianerottoli, comprende:

  • vetri, finestre, davanzali e balconi;
  • pavimenti;
  • cortili interni ed esterni;
  • scatola;
  • zona cantine;
  • portoni d’ingresso.

Più in generale, è soggetto al trattamento qualsiasi parte appartenga all’utilizzo condiviso. Le aree in questione sono di continuo sottoposte al transito di persone e animali. Di conseguenza, è davvero un attimo entrare in contatto con la sporcizia di vario genere e contrarre infezioni. 

Imprese di pulizia: distinzione per tipologia (DM Industria n. 274/1997)

Le imprese, in forma societaria o individuale, che svolgono attività di pulizia devono ottenere l’abitazione. A tal proposito il Decreto Ministeriale Industria n. 274 del 1997, art. 1, comma 1, effettua la seguente distinzione: 

  • “pulizia – complesso di procedimenti e operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza
  • disinfezione – complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti confinati e aree di pertinenza mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni
  • disinfestazione – complesso di procedimenti e operazioni atti a distruggere piccoli animali, in particolare artropodi, sia perché parassiti, vettori o riserve di agenti infettivi sia perché molesti e specie vegetali non desiderate
  • derattizzazione – complessi di procedimenti e operazioni di disinfestazione atti a determinare o la distruzione completa oppure la riduzione del numero della popolazione di ratti o dei topi al di sotto di una certa soglia
  • sanificazione – complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante la pulizia e/o la disinfezione e/o la disinfestazione ovvero mediante il controllo e il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l’umidità e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l’illuminazione e il rumore”

Ogni impresa può ricevere il permesso per una o più delle tipologie sopra enunciate, in base all’attività esercitata. 

Iscrizione nel registro delle ditte

La norma va a implementare quanto indicato dalla legge n. 82/1994, art. 1, comma 1, che recita così: 

“Le imprese che svolgono attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione o di sanificazione, di seguito denominate “imprese di pulizia”, sono iscritte nel registro delle ditte di cui al testo unico approvato con regio decreto 20 settembre 1934, n. 2011, e successive modificazioni, o nell’albo provinciale delle imprese artigiane di cui all’articolo 5 della legge 8 agosto 1985, n. 443, qualora presentino i requisiti previsti dalla presente legge”.

Sanzioni e la pena di nullità

L’art. 6 della legge 82/1994 sancisce delle sanzioni per chi sottoscrive contratti con imprese di pulizia non in regola: 

“A chiunque stipuli contratti per lo svolgimento di attività di cui alla presente legge, o comunque si avvalga di tali attività a titolo oneroso, con imprese di pulizia non iscritte o cancellate dal registro delle ditte o dall’albo provinciale delle imprese artigiane, o la cui iscrizione sia stata sospesa, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da lire 1.000.000 a lire 2.000.000 (da € 516,45 a € 1.032,91, ndr)”. 

Qualsiasi documento siglato, indipendentemente dalla forma, non ha valore, ma deve ritenersi nullo: “I contratti stipulati con imprese di pulizia non iscritte o cancellate dal registro delle ditte o dall’albo provinciale delle imprese artigiane, o la cui iscrizione sia stata sospesa, sono nulli”

Pulizia condomini Cinisello Balsamo prezzi

La decisione o meno di ricorrere alla pulizia dei condomini Cinisello Balsamo dovrà necessariamente passare attraverso l’assemblea. Visto che con ogni probabilità il tema sarà affrontato, te lo chiariamo: un preventivo di spesa è impossibile farlo immediatamente. Ovvero non prima di aver preso in considerazione le diverse variabili.

Siamo attivi anche a:

Milano

Seregno

Sesto San Giovanni